7 febbraio 2013


IL 7 FEBBRAIO 2013 SI È SVOLTO PRESSO IL NS. STUDIO UN CONVEGNO DI STUDIO SUL TEMA: 

La riforma del mercato del lavoro, completata con i correttivi apportati dal decreto Sviluppo e dalla Spending Review, potrebbe costituire la base da cui i partiti possono partire per elaborare le strategie per uscire dalla crisi e per recuperare credibilità nei confronti dei cittadini sempre più stanchi e sfiduciati.
La legge Fornero sul lavoro ha indubbiamente osato laddove altri avevano fallito: ammorbidimento dell'art. 18 con estensione di copertura degli ammortizzatori sociali e revisione delle regole di utilizzo dei più diffusi contratti atipici in modo da contenerne gli abusi.
Il provvedimento, che si è mosso nella direzione giusta assecondando le insistenti raccomandazioni europee, poteva essere certamente più audace e non è esente da ambiguità che ne complicheranno l'applicazione soprattutto per la smisurata discrezionalità ceduta ai giudici sui licenziamenti.
E’ necessario proseguire con determinazione, all'interno del nuovo quadro normativo, per mettere a punto strategie concrete di rilancio dell'economia reale, rimettendo al centro il lavoro, la sua qualità e l'inclusione di quelle categorie di cittadini che negli ultimi anni hanno visto costantemente deteriorarsi le proprie condizioni di vita.
L'impresa sembra quasi impossibile mentre si è in recessione, ma se si cerca di indirizzare una parte  delle risorse liberate dalla Spending Review verso misure di crescita, qualche risultato si può ottenere.
In questa prospettiva, un ruolo positivo per l'economia può essere rappresentato dagli investimenti in formazione e valorizzazione del capitale umano?
Partendo dalla considerazione che le risorse destinate alla qualificazione continua non sono un costo per lo stato, e che la formazione continua rende le risorse umane più appetibili al mercato del lavoro, dovremmo dedurre non solo che la formazione è un vantaggio per le imprese e per i lavoratori  ma che la formazione mirata è il vero volano della competitività delle aziende.

PROGRAMMA

Ore 09.00 - Welcome coffee

 

Ore 09.30 - Saluti e introduzione

                  Gennaro Costagliola

              Mediatore

 

 

Ore 09:45 - La Riforma del Mercato del Lavoro

              Mattia D’Acunto

                     Responsabile Relazioni Industriali ACEN

 

Ore 10.15 – Gli strumenti per combattere la crisi

                   Raffaele Antonio Musella

                   Consulente del Lavoro

 

Ore 10:45 - FOCUS GROUP

 
                                                                                                                                    Le slide del convegno